Città della Pieve

Rocca Perugina

La Rocca è sicuramente uno dei monumenti più significativi di Città della Pieve, attentamente restaurata, è parte del circuito culturale e turistico della Città.

Info
Piazza Matteotti - Città della Pieve 0578 298840
info@cittadellapieve.org cittadellapieve@sistemamuseo.it

Temporaneamente chiusa

La Rocca è sicuramente uno dei monumenti più significativi della città con una lunga destinazione d’uso mantenuta fino agli inizi del XX secolo. Oggi, attentamente restaurata, è parte del circuito culturale e turistico della città. La visita, molto suggestiva, si snoda tra locali destinati alla valorizzazione culturale locale, tra stretti cunicoli, le antiche celle carcerarie e alcune torri.

A seguito delle ripetute ribellioni di Castel della Pieve, Perugia decise nel dicembre del 1326 la costruzione di una rocca che controllasse l’intera città e rendesse più sicura la presenza della propria guarnigione. Già l’anno precedente Lorenzo Maitani, l’architetto della facciata del Duomo di Orvieto, era stato incaricato dal Comune perugino di supervisionare tutte le fortificazioni dei territori del Trasimeno. Nell’Ottobre del 1326 il fratello Ambrogio era presente a Castel della Pieve per studiare in loco la progettazione della fortificazione. La Rocca fu eretta in corrispondenza della cinta muraria, di fianco alla Porta Perugina, dalla quale si dipartiva fin dal 1296 la Via Pievaiola, costruita da Perugia per più celeri collegamenti con Castel della Pieve, centro di vitale importanza strategica per il suo dominio territoriale.

La pianta, a forma triangolare, trova riscontro in quelle forme cuspidate tipiche delle cattedrali gotiche, come ad esempio la facciata del Duomo di Orvieto ideata da Lorenzo Maitani.
La Rocca in origine era circondata da un profondo fossato e da uno steccato di legno. La fortificazione presenta cinque torri di cui alcune erano accessibili attraverso ponte levatoio. Da tutte le torri si avvista Perugia permettendo così, tramite segnalazioni visive, la richiesta di rinforzi qualora la guarnigione perugina si fosse trovata in difficoltà.

La struttura militare, realizzata a prova di massima sicurezza, favoriva successivamente l’insediamento di Capitani di Ventura, quali Biordo Michelotti e Braccio Fortebraccio da Montone. Dal sec. XV la Rocca subì numerose ristrutturazioni.
Nel 1503 il Valentino, in attesa di passare le Chiane per aggredire la Repubblica di Siena, si insediava nella Rocca e qui faceva strangolare Paolo Orsini e Francesco di Gravina, rei di aver partecipato alla “Congiura di Magione”. A partire dal 1529, con il Cardinale Coppi detto il Tranense, l’edificio, perse le sue funzioni difensive, divenne sede dei Governatori Perpetui di nomina papale che furono sempre cardinali o nipoti di pontefici.

Alla fine del sec. XVIII fu costruito sul fronte prospiciente l’odierna Piazza Giacomo Matteotti un grande fabbricato, il Palazzo Governativo, probabilmente ideato da Andrea Vici, allievo del Vanvitelli.

Con l’Unità d’Italia la Rocca diventava infine sede di Carcere Mandamentale all’interno del Circondario di Orvieto.

Esperienze e tour

Card image cap
Città della Pieve | Umbria | Ufficio Turistico Città della Pieve

Trekking urbano nella città del Perugino

Per conoscere tutto su Città della Pieve ti basta prenotare una delle nostre Esperienze!

Card image cap
Città della Pieve | Umbria | Ufficio Turistico Città della Pieve

Forme e colori nella bottega del Perugino

Dai capolavori di Pietro Vannucci alla realizzazione di un vero e proprio affresco.

Card image cap
Città della Pieve | Umbria | Ufficio Turistico Città della Pieve

Adorazione delle Arti

Acquerello en plain air.

Servizi educativi

Card image cap
Amelia | Umbria | Museo Civico Archeologico e Pinacoteca “Edilberto Rosa”

Germanico a tutto tondo. Visita guidata multimediale

Germanico racconta Germanico!

Card image cap
Piegaro | Umbria | Museo Paleontologico "Luigi Boldrini"di Pietrafitta

Cavalcando i mammut

Superiamo la soglia di ingresso al museo e... che cos’è quel rumore? Un barrito? Ma... quello è un mammut!

Card image cap
Spoleto | Umbria | Rocca Albornoz - Museo Nazionale del Ducato di Spoleto

La rocca albornoziana di Spoleto attraverso i secoli

Scopriamo la storia, le vicende costruttive e gli aspetti di vita quotidiana, le attività artigianali e le tecniche militari della Rocca Albornoz.

In città

Tipologia
Artistico
Servizi
Accesso animali
Punti di ristoro
Nelle vicinanze.
Servizi culturali
Servizi educativi Visite guidate
Seguici

AUTO
Da direzione Roma A1, uscita Fabro seguire poi direzione Città della Pieve lungo la SP 54 e svoltare a destra per SP 308.
Da direzione Firenze A1, uscita Chiusi seguire poi direzione Città della Pieve lungo SP 146 e poi SR 71 .
TRENO
Scendere alla Stazione di Chiusi-Chianciano e prendere bus di linea per Città della Pieve linea E014 www.umbriamobilita.it

Nelle vicinanze.