Contemporanea a chi?

Roma

Galleria Nazionale d'Arte Moderna e Contemporanea

Quanti anni ha l’opera d’arte contemporanea?

Luogo
Galleria Nazionale d'Arte Moderna e Contemporanea
Roma | Lazio
Tipologia
Visita esperienziale | Al museo
Età
Scuola Secondaria di I Grado
Durata
1,30 Ore
Costo
  • Quota fissa gruppo/classe fino a massimo 28 partecipanti
    100.00
La quota comprende

Visita esperienziale
Ingresso al museo gratuito per le scuole

La quota non comprende
Tutto quello non indicato nella quota comprende

Info e prenotazioni

didattica@sistemamuseo.it

Prenota ora

Se è vero che ogni opera d’arte è sempre attuale nella misura in cui si carica di continui nuovi significati, è vero anche che ciascuna ha un momento di realizzazione specifico, che ne determina la volontà e la forma. 
Quanti anni ha l’opera d’arte contemporanea? A partire da questa domanda, nasce un percorso che si sviluppa su diversi piani, da quello semantico a quello dell’esperienza personale e diretta, passando attraverso la rilettura delle storie dell’arte, per determinare la nascita di nuovi modi di rappresentare il Tempo, abbandonando la rappresentazione lineare, ma determinando un centro, da cui tutto ha origine: il qui ed ora di ciascuno

Info e prenotazioni
prenotalagalleria@sistemamuseo.it

Download scheda

Scheda prodotto

Seguici

Servizi educativi

Card image cap
Roma | Lazio | Galleria Nazionale d'Arte Moderna e Contemporanea

Veloce come un istante

Un’indagine alla scoperta delle opere che raccontano piccoli e grandi cambiamenti apportati dal Tempo.

Card image cap
Roma | Lazio | Galleria Nazionale d'Arte Moderna e Contemporanea

32 mq di mare circa, Pino Pascali

Attraverso il colore blu e la sua modulazione, Pascali ci proietta in una dimensione conosciuta e familiare dove ciascun bambino può raccontare serenamente la propria esperienza e immaginare scenari possibili.

Card image cap
Roma | Lazio | Galleria Nazionale d'Arte Moderna e Contemporanea

Grande Rosso, Alberto Burri

Un dialogo tra arte e poesia capace di esprimere lacerazione e sofferenza della condizione umana in guerra.