sistema museo
megafono
immagine
BISHAN BASSIRI. RISERVA AUREA
Perugia (PG), Galleria Nazionale dell'Umbria, Sala Podiani
23 novembre 2013 - 28 febbraio 2014 PROROGATA fino 16 MARZO 2014
BISHAN BASSIRI. RISERVA AUREA
Inaugurazione: venerdì 22 novembre, ore 18
Categoria: Arte contemporanea
La Galleria Nazionale dell'Umbria continua la tradizione delle grandi mostre dedicate al contemporaneo. Dopo il plauso della critica e i riscontri positivi del pubblico per l'esposizione Spiritualità e Rigore dedicata al maestro della Bauhaus Joseph Albers, la Galleria si spinge verso il XXI secolo con una mostra di Bizhan Bassiri.
La mostra nasce da un progetto con cui Bizhan Bassiri ha riunito alcune sue creazioni. Il simbolico deposito di opere concorre alla manifestazione di un principio metamorfico che, dall'alchimia dell'arte, non smette di attuarsi. Dalla Sala Podiani, nucleo centrale della mostra, sulla scia creata dall'oro, le Serpi Auree entreranno nella Galleria Nazionale dell'Umbria colloquiando con le opere del passato.

Bruno Corà, uno di maggiori conoscitori dell’opera del maestro Bassiri, scrive della mostra: “Nell’ambito delle attività espositive promosse dalla Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici dell’Umbria, la mostra “Riserva Aurea” riveste uno specifico significato ideale: la coniugazione di un’originale esperienza plastica contemporanea con l’arte medioevale e rinascimentale all’insegna dell’entità della luce emblematicamente rappresentata dall’oro. Nell’opera di Bassiri, infatti, a base di lava vulcanica magmatica e ipogeica e di metalli, il compimento dell’OPUS con la valenza aurea giunge all’apice del processo trasmutativo nell’esaltazione della materia fino alla smaterializzazione nella luce.“Riserva Aurea” è l’esito stesso del processo artistico che, alla stregua di un deposito aurifero, esibisce i suoi più alti raggiungimenti divenendo termine di misura e di identità dell’artista creatore”.

Bassiri, autore di uno dei rari manifesti della contemporaneità, quello definito del “Pensiero Magmatico”, è un esponente di spicco della generazione emersa negli anni Ottanta di cui segna, con pochi altri artisti europei, un protagonismo originale di riferimento nello sviluppo del linguaggio plastico.
"Nella riserva aurea del pensiero magmatico, la luce prende corpo e il corpo si perde nella luce". Questo sarà il viatico per il visitatore alla Galleria Nazionale dell'Umbria che accompagnato dalla luce dell'oro percepirà in modo nuovo i capolavori del museo perugino e assisterà ad un'affascinante commistione tra antico e contemporaneo.


Autore: Sistema Museo
Data di pubblicazione: 21 novembre 2013
info & servizi
icona
Visite guidate
cerca mostre
città
categoria
[X]
data
parola chiave
avvia ricerca
cerca
immagine
immagine
immagine
immagine
immagine
Torre Gerosolimitana
approfondimenti
GROTTAGLIE visita speciale per ipovedenti
"Un museo a misura di bambino" NARNI Palazzo Eroli
video
Germanico Cesare... Ad un passo dall'impero AMELIA (Tr)
VIDEO Benozzo Gozzoli e Montefalco
Germanico Cesare... Ad un passo dall'impero AMELIA (Tr)